40 NUOVI PORTALETTERE PRESTO IN FORZA A COMO. GIUSEPPE MELINA SLP CISL: «UN BUON SEGNALE»

40 nuovi addetti al servizio di recapito (i tradizionali portalettere) saranno a breve assunti a tempo indeterminato, con contratto part-time, sul territorio della provincia di Como.

Superata una prima verifica dei requisiti, il prossimo 6 luglio i 40 candidati potranno optare tra i seguenti contratti part-time:

- estivo (in servizio da aprile a settembre)

- invernale (in servizio da ottobre a marzo)

- picco&ferie (in servizio per coprire le ferie estive del personale full time e per coprire il periodo di picco invernale).

«Si tratta di un positivo segnale - commenta Giuseppe Melina, responsabile SLP Cisl Como - che conferma l’intenzione dell’azienda di voler far fronte agli importanti problemi di organico che l’hanno caratterizzata in passato. Come SLP Cisl Poste (sindacato a cui sono iscritti circa l’80% dei lavoratori del settore Poste della provincia di Como), in più occasioni abbiamo avuto modo di sollevare il problema della carenza di personale. Questi 40 nuovi ingressi costituiscono una preziosa boccata d’ossigeno, che va ad aggiungersi alle assunzioni effettuate nel marzo scorso di 71 addetti full time e 7 part time, sempre per il servizio di recapito».

«Nei giorni scorsi - aggiunge Melina – si è chiuso un altro bando di Poste che prevedeva la possibilità di chiedere il passaggio, per il personale già in organico all’azienda, da addetto al servizio di recapito a quello di sportello. Anche questo è un segnale positivo, indicativo di un’azienda che vuol crescere, mettendo i suoi lavoratori nelle condizioni di scegliere in quali ambiti collocarsi».

«In nostro auspicio – conclude il responsabile SLP Cisl Como – è che questi movimenti, e le nuove forze che arriveranno, permettano di colmare i tanti vuoti lasciati dalle uscite di personale a seguito del raggiungimento dell’età pensionabile, vuoti che lasciano spesso gli uffici postali in condizioni di grave sofferenza».

 

 

 

 

Stampa